La Sedia di Glenn Gould

  • La sedia di Glenn Gould (Gould's chair): l'originale

Glenn Gould e la sua Sedia

Qualche mese fa, attraverso questo sito ci giunse una richiesta un po’ particolare da un importante pianista: realizzare la replica della sedia usata da Glenn Gould durante i suoi concerti.

Glenn Gould, tra le altre cose, è stato un importantissimo pianista che possedeva una tecnica formidabile e parte di questa tecnica consisteva nell’assumere una posizione molto bassa rispetto al pianoforte, questa posizione veniva resa possibile da una sedia che si era fatto personalizzare dal padre, quella che poi verrà ricordata appunto come la Sedia di Glenn Gould.

La Sedia di Gould è stata realizzata partendo da una sedia pieghevole ed adattata poi in vari modi, le modifiche riguardavano principalmente l’altezza: questa oltre ad essere stata sensibilmente ridotta (con un taglio di quasi 10 cm delle gambe) è stata resa regolabile attraverso l’installazione di martinetti di acciaio saldati su delle piastre fissate poi alle gambe della sedia.

La progettazione della sedia

Come per molti progetti analoghi bisogna partire da un elemento basilare: le misure; il problema in questo caso è che, a parte l’altezza (35,5 cm) tutte le altre dimensioni della sedia non erano note e l’originale si trova sotto una teca al NAC (National Arts Centre) in Canada; inoltre tutte le immagini reperibili della sedia erano di una qualità tale per cui era quasi impossibile ricavarne delle dimensioni ed comprendere il funzionamento del meccanismo.

Per fortuna, grazie alla disponibilità dell’Archivista-Curatore della relativa sezione del NAC è stato possibile ottenere alcune foto della sedia in qualità “normale”.

Una volta restituito il disegno della parte lignea bisognava capire come questa si relazionasse con la parte meccanica; difatti il meccanismo che rende pieghevole la sedia coinvolge buona parte delle componenti lignee della stessa, con un complesso gioco di perni, scivolamenti ed altri meccanismi.

La sedia di Glenn Gould (Gould's chair) prototipo della copia

Le migliorie

La sedia di Gould nasce per forza di cosa con delle carenze costruttive: nascendo da una sedia pieghevole per giardino (alcuni dicono da poker) la tipologia di struttura è pensata per usi temporanei, ed essendo di produzione industriale la qualità costruttiva è quello che è.

In fase di realizzazione si è scelto come legno il rovere antico; il rovere è un legno molto forte e resistente ed il fatto che sia antico ha permesso di guadagnare in termini di peso, garantendo quindi al contempo robustezza e leggerezza.

Un altro aspetto rivisto è il meccanismo di apertura/chiusura della sedia: creando un cerchio (sempre di ferro) collegato al meccanismo che permette alla sedia di diventare pieghevole il risultato ottenuto è che con la sedia in configurazione “chiusa” basta un dito per far scattare il meccanismo che permette alla sedia di chiudersi.

Un’altra miglioria è il perfezionamento del meccanismo di regolazione di altezza: a differenza della soluzione originale in ottone è stato creata una soluzione più solida in acciaio e con un livello di regolazione più preciso, per compensare qualsiasi dislivello o avvallamento del pavimento, anche se di dimensioni quasi impercettibili.

Il Risultato

La sedia di Glenn Gould (Gould's chair): la nostra realizzazione

Il risultato finale

Per rendere l’aspetto esteriore ancora più simile all’originale la tinta e la vernice di una porzione del testalino sono state sapientemente rimosse; alla fine il risultato è stato, a dire del committente, un clone della sedia di Glenn Gould.

© Copyright 2015 - Bottega del Restauratore